Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cooperazione allo sviluppo

 

Cooperazione allo sviluppo

Il Mozambico è uno dei Paesi prioritari della Cooperazione italiana. Rimane in effetti tra i più poveri al mondo (al 180mo posto su 189 Paesi nella classifica dello Sviluppo Umano delle Nazioni Unite per il 2019) ed è sempre stato legato all'Italia da una forte relazione di amicizia. L'obiettivo quindi è quello di continuare a sostenerne attivamente lo sviluppo, coerentemente con i principali strumenti politici e programmatici adottati dal Governo mozambicano e dalle Nazioni Unite.  

Il Mozambico è tra i Paesi considerati prioritari dalla Cooperazione Italiana; dal 1982 sono stati erogati a favore del Mozambico fondi a dono per circa 890 milioni di Euro. Attualmente sono in corso programmi per circa 250 milioni di euro, di cui 130 milioni di crediti agevolati (60 milioni per drenaggi e sviluppo urbano a Maputo, 35 milioni per formazione tecnico professionale in agricoltura e turismo, 35 milioni per ricostruzione post-cicloni) ed il resto per iniziative a dono. Il Mozambico è particolarmente esposto alle conseguenze del cambiamento climatico.

In questo quadro nel corso del 2019 (tra marzo e aprile) le Province centrali e settentrionali del Paese sono state colpite dai Cicloni Idai e Kenneth, che hanno generato danni per oltre 3 miliardi di dollari. Notevolissimo l’impegno italiano nella fase di ricostruzione post-cicloni, tuttora in corso. È stata innanzitutto annunciata la concessione di un credito d’aiuto di 35 milioni di euro, il cui concreto utilizzo è attualmente oggetto di negoziati con la controparte (Gabinetto per la Ricostruzione del Ministero delle Opere Pubbliche). Inoltre l’Ospedale chirurgico da campo durante l’emergenza, del valore di 2,2 Milioni di Euro, è stato definitivamente donato all’Ospedale centrale di Beira dopo un periodo di formazione del personale medico locale da parte degli operatori italiani.

Sono stati altresì stanziati 2,7 milioni di Euro per il ripristino dei servizi e del tessuto economico-sociale del Parco delle Quirimbas (con una particolare attenzione all’Isola di Ibo) nella Provincia di Cabo Delgado; altri interventi hanno riguardato le Provincie di Manica e Sofala: 350.000 euro tramite le OSC per il miglioramento delle condizioni di vita degli sfollati e 605.000 euro tramite la Delegazione di Manica del Fondo di Sviluppo Agrario (FDA), dipendente dal Ministero dell’Agricoltura, sono stati destinati a misure per la sicurezza alimentare.

Per maggiori informazioni sulle attività della Cooperazione italiana in Mozambico si suggerisce di consultare la pagina web della Sede AICS (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo) di Maputo al seguente indirizzo: https://maputo.aics.gov.it/ 

 

 


38